VOLONTARI

SOGETTI

NOMI

ANNO

2021

PORTOMAGGIORE

ITALIA

CONDIVIDI

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
Bar Chart
Volontari della squadra

I volontari, gli adulti accoglienti, i tirocinanti e l’ausiliaria sono figure di supporto agli educatori nelle quotidiane attività della comunità.

I volontari e gli adulti accoglienti mettono a disposizione regolarmente parte del loro tempo diventando un valido aiuto per gli operatori della comunità. Essi agiscono ed intervengono in   accordo con l’équipe educativa. Non si sostituiscono mai agli educatori, ma li affiancano. Sono frequenti momenti di scambio e di confronto fra operatori e questi ‘ultimi, così che le risorse messe a disposizione da queste persone siano sfruttate al meglio.

 

"L'ALCHIMISTA" organizza percorsi di formazione per volontari che scelgono di avvicinarsi alle problematiche delle madri e dei minori in difficoltà. Il percorso si propone di fare opera di sensibilizzazione nei riguardi di quest’area di disagio, affiancare alcuni volontari alle mamme e ai minori con lo scopo di creare legami d’amicizia con persone che li possono sostenere, essere di aiuto sia nei rapporti, sia nelle loro scelte di vita quotidiana.

La Comunità collaborando con le Università, permette a studenti universitari iscritti a corsi di Laurea attinenti alla sfera educativa di entrare in comunità ed interagire con gli ospiti. Si offre a questi giovani la possibilità di entrare a contatto con la vita vera della comunità e di maturare un’esperienza che farà sempre parte del loro bagaglio culturale e formativo.

Tutti i tirocinanti sono seguiti da un tutor, individuato tra gli educatori dell’équipe. Il tutor stabilisce, in accordo con il tutor didattico dell’Università e con lo studente gli obiettivi e le modalità dello svolgimento del tirocinio. Egli rappresenta il punto di riferimento per lo studente.

Formazione dei volontari in comunità

Ogni volontario/a che intenda prestare la sua opera all’interno delle strutture educative, deve essere sottoposto a preventiva valutazione dal presidente dell’ente gestore e/o dal direttore delle strutture educative.

L ’iter di accesso alle strutture educative è il seguente:

  • Colloquio individuale della/del volontaria/o con il presidente e/o con il direttore di struttura;

  • Mettere al corrente il volontario del contesto educativo in cui andrà ad operare, rendendolo consapevole anche delle problematiche e delle criticità derivanti dall’operare in realtà di disagio minorile;

  • Consegnare al volontario il regolamento dei nuclei ospiti e il regolamento del volontario;

  • Inserire la/il volontaria/o nei percorsi di formazione e orientamento promossi dal centro servizi volontariato o altro ente riconosciuto, e/o programmare corsi di formazione interni all’Associazione ente gestore;

  • Inserire la/il volontaria/o in attività specifiche e ben determinate con una progettualità fissa e continuativa in modo da garantire efficacia e qualità degli interventi erogati con i minori e le loro mamme;

  • Valutare l’operato dei volontari con incontri di monitoraggio mensili o bimestrali.

Vorresti esserlo anche tu?